COMUNICATO STAMPA OPEN DAY ROMANENGO MARZO 2018

Apertura straordinaria della fabbrica – Sabato 17 Marzo 2018

 

Negli ultimi due anni la Confetteria Pietro Romanengo ha promosso l’evento di apertura della fabbrica in occasione del mese di Dicembre prima delle feste natalizie con l’obiettivo di poter creare una tradizione gustosa per i genovesi e non solo (vista la presenza di partecipanti arrivati anche appositamente da fuori Regione). Sia nel 2016 sia nel 2017 si è registrato un “tutto esaurito” con oltre 600 presenze complessive nelle due edizioni per una risposta davvero significativa della cittadinanza verso la nostra azienda.

La crescente domanda e curiosità nei confronti del metodo di lavoro e della filosofia della Confetteria Romanengo ha portato, quindi, la naturale decisione di proporre una data ulteriore per aprire le porte dell’antica fabbrica; per farlo si è deciso com’è consuetudine per Romanengo di decidere sulla base della stagionalità come avviene da oltre due secoli per tutte le tipologie di dolci.

Sabato 17 Marzo con orario 9.00 – 18.00 si potrà quindi vivere in prima persona un viaggio alla scoperta di un’eccellenza che trova nella città di Genova la sua origine per artigianalità, manualità, tradizione e rispetto delle materie prime.

Un evento, completamente a titolo gratuito, in cui non solo poter vedere dal vivo la lavorazione quotidiana dei diversi reparti ma anche gustare le differenti specialità appena prodotte: per questa giornata, protagonisti saranno i dolci tipici della Pasqua come le uova di cioccolato, uniche nella loro tipologia e quantità di “riempimento” e i noti “quaresimali” (marzapani, mostaccioli e canestrelli).

 

Evento su prenotazione obbligatoria con turni di visita guidata ogni 30 minuti

                                                                              Contatto: Alberta Perrone 348.6707324 – alberta@romanengo.com

 

ph. @asmallkitcheningenoa

Condividi

COMUNICATO STAMPA OPEN DAY 2017 ROMANENGO

Apertura straordinaria della fabbrica – Sabato 2 Dicembre 2017

 

Replicato il successo della passata edizione per l’evento “Open Day 2017” della Confetteria Pietro Romanengo.

Sono state 350 le persone accolte nella fabbrica di Viale Mojon (per un “tutto esaurito” ormai da giorni), dove hanno potuto vivere in prima persona un viaggio alla scoperta di un’eccellenza che trova nella città di Genova la sua origine per artigianalitàmanualitàtradizione rispetto delle materie prime.

La cittadinanza ha risposto come da tradizione con curiosità ed entusiasmo a questo evento, completamente a titolo gratuito, in cui non solo ha potuto vedere dal vivo la lavorazione quotidiana dei diversi reparti ma ha potuto anche gustare i differenti dolci appena prodotti.

I dolci della giornata sono stati infatti dedicati agli assaggi del pubblico mentre l’eccesso di produzione è stata destinato a San Marcellino Onlus, realtà del terzo settore e punto di riferimento da diversi anni per la Confetteria Pietro Romanengo.

I partecipanti si sono emozionati e stupiti nel vedere dal vivo come Romanengo abbia mantenuto invariate  l’artigianalità della lavorazioni e la stagionalità dei prodotti confrontandosi durante la degustazione sulla bontà di alcune eccellenze conclamate come la frutta candita, le gocce al rosolio, i confetti, il cioccolato e le specialità della “pasticceria del confettiere”.

Condividi

COMUNICATO STAMPA OPEN DAY 2016 ROMANENGO

Apertura straordinaria della fabbrica – Sabato 3 Dicembre 2016

 

Grande successo per l’evento “Open Day 2016” della fabbrica Romanengo.  Più di 350 persone sono state accolte negli storici spazi della fabbrica di Viale Mojon (inaugurata nel 1928) dove hanno potuto vivere in prima persona un viaggio alla scoperta di un’eccellenza che trova nella città di Genova la sua origine per artigianalità, manualità, tradizione e rispetto delle materie prime.

La cittadinanza ha risposto con entusiasmo a questo evento, completamente a titolo gratuito, in cui non solo ha potuto vedere dal vivo la lavorazione quotidiana dei diversi reparti ma ha potuto anche gustare i differenti dolci appena prodotti. La produzione della giornata è stata infatti dedicata a questo evento nella sua interezza e l’eccesso di produzione è stata destinato a San Marcellino Onlus, realtà del terzo settore, di riferimento da diversi anni per la Fabbrica Romanengo.

I partecipanti hanno quindi potuto toccare con mano come Romanengo abbia mantenuto invariate nel tempo l’artigianalità della lavorazione e la stagionalità dei prodotti basata su una costante ricerca di materie prime eccellenti e naturali del territorio regionale, in particolare, e nazionale, portando queste caratteristiche a diventare il vero e proprio marchio distintivo di una filosofia produttiva necessariamente “slow” per rispettare il tempo necessario a creare dolci raffinati e preziosi.

Si conclude quindi “in casa” con questo appuntamento, una serie di eventi autunnali tra cui il Salone Nautico e il Festival della Scienza in ambito genovese, che mostrano la strada intrapresa da Romanengo di apertura ancora maggiore con la città ed i suoi appuntamenti più importanti in diversi ambiti, anticipata a Settembre dal graduale rinnovo della “brand identity” con il lancio del nuovo logo che sottolinea ancora di più l’anno di origine e le radici della Confetteria più antica d’Italia.

Condividi