Confetture e Sciroppi

Ogni anno tra Maggio e Giugno nel laboratorio di Pietro Romanengo si ripete un rito secolare: la fabbrica si riempie di fiori e profumi.
Con la frutta matura e i petali produciamo confetture, gelatine e sciroppi, seguendo i dettami delle antiche ricette: la rarità di tutte queste lavorazioni è l’uso della frutta e dei fiori freschi, senza aggiunta di conservanti né di coloranti artificiali.
I veri fiori di viola, ad esempio, cristallizzati quando il fiore è appena colto, sono un prodotto talmente particolare che rientra tra le primizie assolute di Romanengo. Dai petali di rosa, separati uno per uno manualmente si ottengono altre due specialità: la conserva di petali di rosa, chiamata ancora con l’antico nome “zucchero rosato” e lo sciroppo di rose.

Dalla lavorazione accurata della frutta nascono le confetture di: albicocche, amarene, arance, cotogne, fragole, mirtilli di bosco, pesche e prugne e le gelatine di albicocche, amarene, cotogne, mirtilli, lamponi. In autunno è poi la volta di altre due squisite specialità tradizionali: la cotognata e la crema di marroni.
Inoltre partendo dagli stessi prodotti della natura, Romanengo propone un vasto assortimento di sciroppi di frutta a cui si aggiunge il latte di mandorla, lo sciroppo di petali di rose, lo sciroppo di menta bianca e la pregiata produzione di nicchia della conserva di manna.

Showing all 15 results

Sort by