I FONDANT DELLA BELLA STAGIONE

Nella bella stagione nascono le preparazioni dei fondant al sapore della frutta. Queste sono dette “Lingue” e sono dei demisucre-fondant contraddistinte da una consistenza che le rende originali, infatti si spezzano con un caratteristico stocco dovuto alla prevalenza nel suo composto dello sciroppo di zucchero cotto rispetto allo zucchero fondente. Questa consistenza unita all’aroma di frutta ed alla aggiunta di acido citrico che esalta il gusto e rende le lingue fondant un prodotto fresco e gradevole molto apprezzato nella stagione primaverile ed estiva. Il composto viene colato a mano ad uno ad uno con un imbuto in cassette di amido precedentemente impresse con le originali forme delle lingue.Le si lascia riposare per una notte, e il giorno dopo vengono ripulite dall’amido e brillantate.
La brillantatura non è altro che dello sciroppo di zucchero portato ad un certo grado di cottura che ha lo scopo di proteggere il prodotto e preservarlo nel tempo, senza aggiunta di conservanti artificiali essendo lo  zucchero un conservante naturale.
La brillantatura oltre a preservare il prodotto gli dona anche un distintivo sfolgorio. I gusti sono arancio, limone, lampone, albicocca, fragola, mandarino e menta.

 

Condividi

PARTECIPAZIONE “LIGURIA IN VETRINA”

LIGURIA IN VETRINA”: storie di cibo, arti e mestieri 2015.

Dal 28 marzo saremo presenti in questa mostra promossa dal FAI Fondo Ambente italiano, dall’Associazione Culturale “Echi di Liguria”, dall’Ente Parco di Portofino, dall’Area Marina Protetta di Portofino e dal Comune di Camogli. Vi invitiamo a sostenere visitando questo luogo incantato e la mostra: “Liguria in vetrina“, dove sono esposti tra gli altri oggetti, attrezzi, stampe e scatole antiche legate alla tradizione della nostra ditta Pietro Romanengo fu Stefano in Liguria.
Viaggio alla scoperta dei prodotti tipici ed artigianali della Liguria, partendo dal comprensorio del Parco e dell’Area Marina Protetta di Portofino un percorso ricco di spunti sulle eccellenze di questa straordinaria Regione stretta tra le montagne e il mare.
La Liguria, come tutte le regioni italiane, è ricca di prodotti tipici ed artigianali disseminati su una lingua di terra stretta tra le montagne e il mare, ed è questa la caratteristiche che amplia e arricchisce la scala delle produzioni locali. La mostra, promossa dal FAI, dall’Associazione Culturale “Echi di Liguria”, dall’Ente Parco di Portofino, dall’Area Marina Protetta di Portofino e dal Comune di Camogli, si pone l’obiettivo di raccontare le eccellenze della nostra Regione sia nel campo dei prodotti a denominazione di origine protetta e controllata ed agroalimentari che nel campo delle produzioni artigianali di nicchia famose a livello internazionale.

Orari
Marzo e ottobre tutti i giorni: 10.00-15.45
Aprile, maggio e seconda metà di settembre tutti i giorni: 10.00-16.45
Da giugno a metà settembre tutti i giorni: 10.00-17.45

Biglietti
Adulti: € 7,50
Iscritti FAI, soci National Trust e residenti Comune di Camogli: € 2,00
Ragazzi (4-14 anni): € 4,50
Scolaresca: € 3,50 a studente
Pacchetto Famiglia (2 adulti + 2 bambini): € 22,00

Come arrivare
GPS N 44° 18′ 58.88” E 9° 10′ 30.24”
Con battello: servizio da Recco, Camogli, Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Sestri Levante, Lavagna, Chiavari e Genova.
A piedi: da Portofino Vetta (90 minuti) e da Portofino Mare (90 minuti).

Contattaci
Ufficio stampa
Omnia Service
Servizi organizzativi, Rapallo
www.omniaeventi.com
FAI – Abbazia di San Fruttuoso
tel. 0185-772703
mail: fai.sanfruttuoso@fondoambiente.it

Condividi

GLI ALLIEVI DELLA SCUOLA DI CUCINA ALMA VISITANO LA FABBRICA DI ROMANESCO

L’esempio è la più alta forma di insegnamento” (Gualtiero Marchesi) con questa visione una classe della scuola ALMA il più autorevole centro di formazione della Cucina Italiana a livello internazionale ha visitato la nostra fabbrica nelle feste pre-pasquali. L’entusiasmo dei ragazzi per le antiche tecniche ancora utilizzate nella nostra fabbrica si è palesato con le tantissime domande poste durante la visita. Guardare al passato e alle tradizioni secolari per vivere un futuro più consapevole è stato l’altro approccio che gli studenti hanno dimostrato con una sincera ammirazione per la storia bicentenaria della ditta.
“Vivere anche solo qualche ora con voi un’esperienza così coinvolgente sarà un insegnamento che farà parte per sempre del loro bagaglio formativo”, con queste parole il Direttore Generale Andrea Sinigaglia e lo Chef  Matteo Berti (Coordinatore didattico pasticceria) hanno riassunto l’esperienza vissuta dai ragazzi al termine della visita.
Ci auguriamo per gli allievi che possano nelle loro brillanti carriere serbare la passione dimostrata visitando i nostri laboratori.

 

 

 

Condividi

VISITA DELLE SCUOLE ALLA FABBRICA ROMANENGO

A inizio marzo alcune scuole elementari hanno visitato con entusiasmo la nostra fabbrica. Hanno attraversato virtualmente secoli di storia, mostrando meraviglia e curiosità soprattutto visto il periodo pasquale per le lavorazioni del cioccolato, seguendo tutta la fase della nascita dell’uovo, dalla formazione nel reparto cioccolato fino al riempimento con i nostri dolci, e la chiusura e lucidatura. L’entusiasmo di poter scegliere quali dolci inserire nell’uovo da portare poi in classe come merenda è stato probabilmente l’apice della visita, sebbene la lavorazione della frutta candita, la formazione dei quaresimali, le meraviglie delle formine di zucchero, e i processi per far nascere un confetto hanno catturato comunque l’attenzione durante tutto il breve tour.

Le scuole che hanno partecipato sono state:
Padre Assarotti
Figlie di San Giuseppe
Fontanarossa
San Paolo
San Giacomo
Vittorino-Bernini
Burlando
Ball
Govi
Brignole – Sale

Condividi