I QUARESIMALI – STORIA A CURIOSITA’

In Italia esistono decine di dolci denominati “quaresimali”, con numerose varianti regionali, ma quasi tutti con una base di biscotto alla mandorla. La tradizione di preparare i dolci Quaresimali a Genova risale al 1500, quando le suore del convento  di San Tommaso impastavano semplici dolci di pasta di mandorle privi di burro, latte e uova, rispettando così il divieto di mangiare grassi animali nei 40 giorni prima della Pasqua.
I nostri dolci quaresimali sono una invenzione esclusiva della azienda, databile ai primi dell’Ottocento. Non un’invenzione venuta dal nulla. Ingredienti e metodi di lavorazione sono fortemente legati alle due grandi tradizioni della confetteria (quella araba medievale e quella francese settecentesca) delle quali quasi tutti i prodotti Romanengo sono debitori. Riportiamo quanto trovato in una nota scritta a mano da Giuseppe Romanengo:

Composti esclusivamente di mandorle e zucchero, rispondevano all’esigenza, allora molto sentita, di osservare rigidamente la Quaresima che escludeva anche nei dolci il consumo di grassi e derivati animali come burro, latte e uova. Sono tre:

  • i canestrellini profumati con acqua distillata di fiori d’arancio
  • i mostaccioli, a forma di losanga, con marmellata di fichi e limoni
  • i marzapani formati sull’ostia e ripieni di sciroppo di zucchero fondente a gusti vari (cioccolato, caffé, composte varie di frutta)

Il “Popolo d’Italia, quotidiano genovese dell’epoca, nel 1868, parlando di Pietro Romanengo, scriveva: “…durante la Quaresima il suo laboratorio trovasi al massimo dell’attività per il gran smercio di marzapani di cui Romanengo non ha e non avrà mai  rivali e di cui ogni buon cattolico può farsi una corpacciata senza tema da dar poi gusto al demonio…”

La pasta di mandorla di cui sono fatti i Quaresimali è diversa per ogni variante, in particolare il Canestrello è prodotto con pasta di mandorla a freddo, cioè cruda, per il 55% è composta di mandorle e per il 45% di zucchero; viene aromatizzata con acqua fiori d’arancio. Il Mostacciolo è prodotto con pasta di mandorle a caldo (cotta nella torroniera) con il 43% di mandorle, e viene farcito con un velo di marmellata di fichi, sempre prodotta da noi. Il Marzapane è prodotto con pasta di mandorla a caldo (cotta nella torroniera) con il 37% di zucchero. Qui la percentuale dello zucchero è più bassa, perché viene completato con una riempitura di zucchero fondente ai vari gusti. Da allora ogni anno prima della Pasqua è possibile assaggiare i diversi dolci Quaresimali preparati a mano uno a uno.

 

 

Condividi

Partecipazione a Taste 10 | 7 – 9 marzo 2015 – Stazione Leopolda Firenze

Saremo presenti per la prima volta a Taste 2015 il salone dedicato alle eccellenze del gusto e del food lifestyle. Taste è il salotto italiano del mangiare bene e stare bene, dove si danno appuntamento i migliori operatori internazionali dell’alta gastronomia, ma anche il sempre più vasto e appassionato pubblico dei foodies.

Da sabato 7 a lunedì 9 marzo 2015, Pitti Immagine presenta la decima edizione di TASTE, il salone dedicato alle eccellenze del gusto, dell’Italian lifestyle e del design della tavola. E la prossima edizione sarà un appuntamento ancora più speciale: nell’anno dell’Expo, in cui saranno sotto i riflettori mondiali l’alimentazione e il cibo di qualità, Taste celebra i suoi primi 10 anni e il percorso che lo ha portato a diventare il salotto italiano del mangiare e del bere di qualità, il luogo dove – tra cibi, vini, oggetti e idee – si danno appuntamento i migliori operatori internazionali dell’alta gastronomia, e il sempre più vasto e appassionato pubblico dei cultori del food.

Nato dalla collaborazione di Pitti Immagine col gastronauta Davide Paolini, Pitti Taste presenterà i prodotti e le novità di circa 320 aziende, selezionate tra le migliori produzioni di nicchia e specializzate provenienti da tutta l’Italia negli spazi della Stazione Leopolda e nell’area Alcatraz, con uno speciale set di allestimento curato dall’architetto Alessandro Moradei. Un viaggio nei sensi e nelle idee, alla scoperta dei tanti modi in cui oggi si esprime e si sperimenta il gusto: tra tradizioni e innovazioni, tendenze e scuole di pensiero, attrezzature e tecniche professionali, food & kitchen design. Con uno spazio speciale, il Taste Shop, dove acquistare i prodotti in esposizione.
Taste è sempre di più l’appuntamento di riferimento per gli operatori dell’alta gastronomia e della ristorazione, e per il pubblico di appassionati di cibo di qualità – afferma Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine – un viaggio nei sensi e nelle idee, alla scoperta dei tanti modi in cui oggi si esprime e si sperimenta il gusto. Perché Taste a ogni edizione è palcoscenico per le nuove idee, le tendenze più fresche di oggi, quelle che faranno discutere e diventeranno gli stili di vita di domani. Perché Taste presenta non solo “il meglio del meglio” del cibo italiano di qualità, ma ne esalta il suo grande valore nel sistema culturale: perché il cibo è una cosa seria, ma al tempo stesso è fatto di idee, spettacolo e divertimento”.
Condividi

Partecipazione AGRUMI 2015 Milano

Sabato 14 e domenica 15 febbraio Palazzina Appiani presso Parco Sempione – Arena Civica a Milano
Un weekend da non perdere tra profumi avvolgenti e colori intensi: sabato 14 e domenica 15 febbraio con Agrumi, manifestazione svoltasi tradizionalmente a Villa Necchi Campiglio e quest’anno eccezionalmente ambientata presso la Palazzina Appiani, potrai scoprire l’intero universo degli agrumi, conoscendo le loro numerose e rare varietà. Saranno in vendita non solo piante e frutti, ma anche marmellate, mieli, mostarde, oli agrumati e dolci agli agrumi: dai limoni di Sorrento alle marmellate di arance del Giardino della Kolymbethra, Bene del FAI nella Valle dei Templi di Agrigento, dai canditi dello storico confettiere genovese Pietro Romanengo ai liquori aromatici, fino alle famose scorzette ricoperte di cioccolato dell’Antica Dolceria Bonajuto di Modica e molto altro ancora.

Per la prima volta nel porticato e al piano terra della Palazzina sarà messa in mostra l’intera collezione di piante d’agrumi, straordinaria per numero e varietà di esemplari, che l’appassionato vivaista Davide Chiaravalli di Monza ha raccolto e selezionato nel corso del tempo e di cui illustrerà ai visitatori le diverse particolarità e caratteristiche botaniche. Verranno, inoltre, esposte due interessanti collezioni pomologiche: i frutti veri, anch’essi provenienti dal vivaio di Davide Chiaravalli, e le perfette repliche degli stessi, eseguiti in ceroplastica dal talentuoso artigiano biellese Davide Furno secondo la tecnica inventata dal celebre scienziato-artista Francesco Garnier Valletti nell’800.

Da non perdere
Interessanti incontri a tema:
Sabato 14, ore 16: “Dall’Oriente con furore: cinquemila anni di storia e cultura degli agrumi”, Diego Pessina.
Domenica 15, ore 11: “Il paesaggio degli agrumi tra utilità e bellezza: quattro agrumicolture a confronto”. Antonino De Angelis, Giuseppe Pasciuta, Giuseppe di Falco. Incontro moderato da Giuseppe Barbera.

Per entrambe le giornate divertenti laboratori didattici :
Sabato dalle 15 alle 17
Domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17
Su prenotazione

“L’arancia di Ribera Dop va a scuola” a cura del Consorzio di Tutela Arancia Ribera di Sicilia, si terranno ogni ora.
Per l’intere due giornate Laboratori di pasta di sale liberi fino ad esaurimento posti.

Orari

Sabato 14 febbraio: ore 12.00 – 18.00

Domenica 15 febbraio: ore 10.00 – 18.00

Ultimo ingresso ore 17.30

Ingresso mostra-mercato:

Adulti: € 6,50
Iscritti FAI: € 4,00
Ragazzi (4-14 anni): € 4,00
Per gli Iscritti FAI e per chi si iscrive: visita guidata al Parco.
Il biglietto della manifestazione dà diritto allo sconto del 20% sull’ingresso a Villa Necchi entro il 30 aprile.

Ristoro

Servizio catering a cura dell’Associazione Il cenacolo

Come arrivare

In metropolitana: Linea MM2 Moscova: 10minuti a piedi.
In tram: Linea 12 – 14 fermata Bramante Lega Lombarda.

In autobus: Linea 43-57: fermata V.le Elvezia (Arena).


FAI – Villa Necchi Campiglio
Via Mozart, 14 – Milano
Tel. 02 76340121
Email: fainecchi@fondoambiente.it
http://www.fondoambiente.it/eventi/Index.aspx?q=agrumi-2015#sthash.hOMKpewm.dpuf

Condividi